fbpx

10 Cose da fare in montagna in Friuli-Venezia Giulia

Tante località sciistiche, una sola regione: il Friuli-Venezia Giulia, infatti ospita 8 bellissimi comprensori sciistici, tutti da scoprire e sciare. I comprensori sciistici del Friuli Venezia Giulia sono: Piancavallo, Forni di Sopra, Sauris, Zoncolan, Sappada, Sella Nevea, Kanin e Tarvisio. Scopri le migliori 10 Cose da Fare in montagna Friuli-Venezia Giulia

Leggi anche 10 località sciistiche più belle in Europa!

Scopri 10 cose da fare in montagna in Friuli-Venezia Giulia:

Sci con vista mare a Piancavallo

A nord di Pordenone, l’altopiano di Piancavallo è una meta ideale per gli amanti della montagna e degli sport. Un comprensorio con 17 km di piste di discesa, ideale anche per lo sci di fondo, per i piccoli snowboarder e con un’attrazione dal divertimento assicurato, l’Alpine Coaster, uno speciale bob su rotaia. Paradiso degli scialpinisti e località che ospita la Coppa del Mondo Femminile di sci Alpino, a Piancavallo, arrivati in vetta, si può ammirare un panorama inusuale e mozzafiato: in quota gli sciatori, si sorprenderanno di trovare lungo le piste diversi punti di osservazione da cui è facilmente possibile vedere l’Adriatico e in particolare le lagune di Grado e Marano distanti oltre 100 km. La peculiarità di Piancavallo, oltre a vedere il mare, è quella di trovarsi in un punto particolarmente soleggiato ideale per chi ama stare all’aria aperta. Con diversi percorsi di trekking, tracciati per mountain bike e pareti per l’arrampicata, questa località è una meta ideale per trascorrere una vacanza in montagna in Friuli all’insegna dello sport.

Leggi anche Cosa fare in montagna: 10 esperienze!

Sci vista mare a Piancavallo

Sciare oltre confine a Sella Nevea

Lo skipass per il comprensorio sciistico di Sella Nevea è unico: con una funivia da 100 posti si parte dai 1845 metri della stazione a monte per arrivare ai 2.133 di Sella Golovec, per poi scendere con gli sci in territorio sloveno fino a Bovec. Al di là del panorama, ciò che emoziona di più è l’incredibile sensazione di essere in una terra selvaggia che accompagna durante tutta la giornata.

Piste di Sella Nevea

Sciare sul Monte Lussari

Quello del Monte Lussari è a nostro avviso uno dei più bei borghi d’Italia, si sviluppa intorno a un convento, oggi Santuario della Madonna del Lussari, che richiama molti turisti, escursionisti e fedeli. Il Lussari fa parte del comprensorio sciistico di Tarvisio, è raggiungibile esclusivamente in funivia e ha una serie di strutture, tra cui ristoranti e baite che offrono cucina semplice e genuina e in cui poter soggiornare in un paesaggio incantato, veramente da favola. In questa area è possibile sciare in notturna per rendere l’esperienza sulla neve in Friuli ancora più magica. Dalla cima del Lussari si gode di una fantastica vista panoramica su tutta la conca di Tarvisio.

Tutti conosco le più famose (Gran Risa, Saslong, Stelvio….) ma non molti sanno che la pista Di Prampero a Tarvisio, è stata sede di numerose edizioni di discesa libera e superG, ha un grandissimo fascino. Non basta? La Di Prampero – dedicata ad un ufficiale degli Alpini morto in combattimento nel 1941 – vanta un’ottima illuminazione artificiale e apre allo sci in notturna ogni martedì e venerdì sera.

Monte Lussari

Cani da slitta e Laghi di Fusine

La scuola di Internazionale di Sleddog e Mushing, cioè di guida con le slitte trainate dai cani – più importante delle Alpi Giulie – si trova a Tarvisio. È possibile avventurarsi nei percorsi del fondovalle trainati dai cani da slitta ed esplorare gli scenografici Laghi di Fusine uniti tra loro da un affascinante percorso raggiungibile anche a piedi o con le ciaspole. I laghi di Fusine sono di origine glaciale, immersi tra rocce calcaree e sono tra i più belli laghi alpini d’Italia. Curiosità: in questa zona si registrano le più basse temperature in Italia durante la stagione invernale.

Giro con cani da slitta

Sci di Fondo a Tarvisio

Anche chi è alle prime armi può venire a sciare nell”Arenas Paruzzi” appena fuori Tarvisio dove Gabriella Parruzzi ( oro nella 30 km di fondo alle olimpiadi invernali del 2002 e vincitrice della Coppa del Mondo nel 2004) è cresciuta e oggi ha un albergo. Non di rado, la si può incrociare che si tiene in allenamento sull’anello di 2,5 km a lei dedicato.

Pista sci di fondo a Tarvisio

Après Ski a Ravascletto-Zoncolan

Tra le località più mondane e divertenti del Friuli-Venezia Giulia c’è sicuramente il Monte Zoncolan, dove si può respirare lo spumeggiante brio della vita dei giovani Friulani. Dimenticate cocktail complicati, qua si festeggia con birra, vino locale, frico e polenta concia. Non possiamo esimerci da darvi qualche indirizzo per il vostro après-ski in Friuli, quindi vi consigliamo i nostri preferiti:

  • Rifugio Tamai: è un ottima location per una pausa gourmet sulle piste grazie alla sua terrazza con una vista a 360 gradi dalle Alpi austriache alle Alpi Giulie e alla sua ristorazione gourmet. Ma le sue ampie terrazze e il chiosco bar diventano la location perfetta per l’apres-ski a 1.600 metri di altitudine
  • Baita Goles: si trova nel centro delle piste che scendono dallo Zoncolan, una destinazione imperdibile per concludere la giornata sulle piste grazie al chiosco esterno che può offrire un aperitivo in compagnia e una piacevole pausa gastronomica

Leggi anche Apres ski: 5 migliori in Italia!

Gustare la cucina friulana

Cos’è un muset e brovade? Il musetto con la brovada è un piatto tipico Friulano: si tratta di cotechino insaporito con strisce di rapa viola lasciare a macerare nelle vinacce e poi cotte (tipo i crauti per intenderci). Piatto delizioso che vi lascerà un ottimo ricordo del Friuli. Ma la cucina friulana offre tanti piatti poveri della tradizione, con gusti decisi ed invitanti. Un piatto da provare assolutamente è il frico, piatto per eccellenza della tradizione friuliana e decisamente adatto alla stagione invernale: un piatto a base di formaggio di varie stagionature, patate e cipolle. Per farvi venire ulteriormente l’acquolina consigliamo anche i cjarsons, ravioli con ripieno dolce di amaretti, pinoli e uvetta, conditi con burro e salvia; e per concludere la gubana, un dolce simile allo strudel da accompagnare alle grappe friulane!

Sciare per una pista lunga 7,5 km

Un altro comprensorio degno di nota è quello di Forni di Sopra. La Varmost, a Forni di Sopra, è una pista lunga ben 7,5 km. Parte da quota 2100 metri del monte Crusicalas e arriva ai 930 metri del fondovalle. Si può tentare di scendere in una volta sola e senza soste, mettendo alla prova la propria abilità e soprattutto le proprie gambe. La pista entra sicuramente nella classifica delle più lunghe tra le piste delle Alpi Italiane.

Leggi anche Sci notturno: migliori piste in Italia!

Pista lunga 7,5km

Relax alle Terme di Arta

Situate proprio in mezzo alle montagne, le terme di Arta hanno ospitato già nel 1855 il poeta Giosuè Carducci, che gli ha riservato non pochi versi durante gli anni. Fatte di vasche di acque sulfuree in mezzo ai boschi, queste terme sono l’ideale dove trascorrere qualche ora di relax dopo aver sciato nel comprensorio di Ravascletto-Zoncolan.

Terme di Arta

Ciaspolare in Friuli

Per chi non ama lo sci ciaspolare è sempre una buona idea. Potete farlo a Ravascletto accompagnati da una guida esperta che vi racconti aneddoti interessanti sulla Prima Guerra Mondiale. Oppure a Zoncolan ci sono dei piacevoli itinerari per le ciaspolate in notturna. Anche i laghi di Fusine sono una piacevole meta per passeggiate con le racchette da neve. Insomma, per ogni destinazione sciistica del Friuli potete trovare un itinerario con le ciaspole nel paesaggio incantato della Carnia e delle Alpi Giulie.

Leggi anche Percorsi con le ciaspole: quali sono i migliori!

CONDIVIDI L'ARTICOLO!

add comment