fbpx

Alimentazione e ciclismo

In primavera siamo tutti un po’ appassionati del giro d’Italia, quel periodo dell’anno in cui ci sentiamo anche più esperti di ciclismo… E ogni volta ci chiediamo questi atleti come facciano a resistere tra percorsi lunghi e ripidi a suon di pedalate. L’alimentazione e l’idratazione sono sicuramente due elementi chiave nel successo degli atleti.

Ovviamente, non ci soffermeremo sull’alimentazione dell’atleta, ma vogliamo portarvi, insieme a DimmidiSì, alla scoperta della corretta alimentazione quando si organizza un’uscita in bici a livello amatoriale.

Sappiamo tutti che il ciclismo è uno sport di resistenza, indipendentemente dal livello a cui viene praticato. I carboidrati sono importanti per l’alimentazione del ciclista, ma non devono mancare nemmeno le proteine.

Per che tipo di ciclista sono questi consigli

Andare in bici a scuola, università o lavoro è un’ottima maniera per tenersi attivi, tuttavia uno sforzo normale di 30 minuti al giorno non richiede alcun tipo di alimentazione ad hoc. Mentre, se state organizzando una vera e propria giornata in bici è bene arrivare preparati. Infatti, una giornata in mountain bike o in bici da strada percorrendo diversi chilometri, magari con pendenze significative, può richiedere un’attenzione particolare a idratazione e alimentazione.

La prima regola scommettiamo che la conoscete già. Mai saltare la colazione!

Ma andiamo con ordine…

Cosa mangiare prima di andare in bicicletta

La bicicletta è un po’ come il bagno in mare…prima di salire in sella aspettate almeno due o tre ore dal pasto principale o un’ora dallo spuntino.

Se andate in bici al mattino, la colazione ideale è composta da:

  • latte scremato,
  • fette biscottate o pane con marmellata o miele,
  • frutta fresca o bevande fresche senza zuccheri aggiunti, come iJuicing DimmidiSì.

Se invece avete in previsione un pasto completo prima di iniziare l’attività, potete scegliere tra:

è importante scegliere piatti con di carboidrati, proteine e grassi, che prolungano il senso di sazietà e favoriscono il recupero post-esercizio.

Cosa mangiare prima di uscire in mountain bike

Le uscite in mountain-bike sono più impegnative di quelle su strada piana, quindi vi suggeriamo un pasto più corposo almeno tre ore prima dell’attività fisica.

A colazione yogurt con cereali, frutta e una fetta di pane con marmellata. Poi, se volete salire in sella con tanta energia consumate un bel piatto di pasta e un’insalatona con proteine, come quella con Gorgonzola DOP e noci. Pensate che anche i ciclisti professionisti si nutrono sempre con un abbondante piatto di pasta prima delle tappe.

Cosa mangiare e bere durante l’uscita in bici

Durante l’attività si consiglia sempre di consumare piccoli snack come frutta secca, crackers, biscotti secchi o un quadratino di cioccolato per dare carica energetica. Oltre all’indispensabile acqua, dovreste provare ad idratarvi con il Red Vitality zenzero e melagrana: una bevanda dal sapore sfizioso e deciso derivante dall’incontro della melagrana, una naturale alleata per la pelle e della rapa rossa, un ricostituente naturale contro la stanchezza. Gli estratti di frutta e verdura forniscono immediatamente energia e sono un ottimo reintegratore di liquidi. No a bevande gassate e ipercaloriche. Sempre Sì all’acqua, anche in abbondanza, ma a piccoli sorsi.

Cosa bere dopo l’allenamento in bici

Gli estratti sono ideali anche nella fase post workout. Provate il White Tonic zenzero & limone in cui la nota gradevole e delicata dello zenzero, noto come ricostituente naturale, si unisce al limone fresco, tonificante e dissetante.

CONDIVIDI L'ARTICOLO!

add comment