fbpx

Andare in montagna con i bambini

Quando si organizza una vacanza in montagna con i bambini è sempre importante individuare la località giusta per trascorrere un weekend o una vacanza sulla neve adatta a tutta la famiglia, senza annoiare i più piccini. Piste di pattinaggio su ghiaccio, snowpark, kinderland, percorsi di trekking adatti ai passeggini, prime sciate al campetto baby… Queste sono solo alcune delle offerte della montagna per i più piccoli!

Se state pensando di fare i bagagli e partire con i bambini in per la montagna, eccovi qualche consiglio pratico!

Scegliere una località di montagna per famiglie

Scegliere la località giusta è un elemento cruciale se si sceglie di andare in montagna con la famiglia. Quasi tutte le località hanno scuole sci adatte per i più piccoli, con maestri specializzati. Tuttavia, ci sono alcune località che per offerta di servizi e per conformazione del territorio sono veramente ideali per una vacanza sulla neve in famiglia. Se siete indecisi sul luogo vi consigliamo da partire da questo e leggere l’articolo sulle migliori località sciistiche per famiglie.

L’abbigliamento per bambini sulla neve

Importante è che i vostri figli non vivano la prima esperienza con la neve come qualcosa di totalmente sgradevole e, per evitare questo, è fondamentale anche un corretto abbigliamento sci per bambini: guanti, tuta e scarpe impermeabili.

Il consiglio è sicuramente quello di vestirli a strati per evitare di far prendere loro freddo, considerando anche i vari spostamenti bar-piste da sci, nonché per poterli svestire e rivestire velocemente in caso di variazione delle temperature durante la stessa giornata.

Un esempio pratico: canottiera, maglietta e calzamaglia termica, maglia di lana, gilet anti-vento e, infine, giacca, il tutto senza dimenticare una sciarpa per proteggere il collo, cappellino e guanti. Così i vostri bambini saranno pronti per giocare a palle di neve, fare un pupazzo o divertirsi in slittino.

Leggi anche attrezzatura sci: guida per principianti

Non dimenticatevi, inoltre, la crema solare: questa va messa a inizio giornata e, se si continua l’esposizione, anche nel corso della stessa. I raggi del sole in alta montagna sono molto forti, è quindi bene non farsi ingannare dall’aria gelida e proteggere sempre la pelle del bambino per evitare spiacevoli scottature.

Se siete in montagna per far sciare il vostro piccolo, ricordatevi che il casco da sci omologato è obbligatorio fino ai 14 anni (ma è bene indossarlo anche superata quest’età) e che una buona maschera da sci li aiuterà a proteggere gli occhi dagli UV.

Quando un bambino può iniziare a sciare?

Questa è una domanda ricorrente nella vostra testa, vero? Il primo contatto con la neve può avvenire a qualsiasi età, paradossalmente anche quando vostro figlio non sa ancora camminare. Per quanto riguarda l’imparare a sciare, invece, il discorso è un po’ diverso.

Tutti indicano come età ideale quella di quattro anni. In realtà, in alcuni casi, si può anche anticipare o posticipare. Come avrete capito non c’è un’età definita da indicarvi, quello che bisogna osservare è l’abilità nell’equilibrio e movimento del vostro piccolo, assieme al suo sviluppo muscolare. Quest’ultimo, infatti, dev’essere tale da potergli permettere di sopportare un’ora o più sugli sci. Altrimenti l’esperienza sulla neve potrebbe diventare un incubo per il bambino e, nel peggiore dei casi, rimanere tale per sempre.

Per fargli vivere la migliore prima uscita sulla neve, infine, vi consigliamo di prenotare una lezione di sci con un maestro. Il vostro piccolo imparerà a sciare con un esperto e voi genitori avrete un po’ di tempo da godervi tutto per voi!

Leggi anche 10 località sciistiche in cui andare almeno una volta nella vita.

Insegnare a sciare in sicurezza

Se i vostri bimbi sanno sciare e la vostra idea è quella di percorrere le vostre piste preferite assieme a loro, è bene seguire alcune regole di base per non far correre loro (ma anche a voi) dei rischi evitabilissimi.

In primo luogo, mamma e/o papà, dovete sempre stare davanti ai vostri figli durante la discesa. Servirà ad avvertirli in caso di situazioni di pericolo, nonché obbligarli a mantenere la loro velocità sempre sotto controllo avendovi di fronte come riferimento.

Per quanto riguarda la seggiovia, ricordatevi di tenere voi i bastoncini dei vostri figli, per evitar loro un disturbo in più durante la salita e la discesa dall’impianto e, poi, di non farli sedere al centro, ma su un lato, in modo da non intralciare chi segue.

In caso di soste lungo la sciata, infine, ricordatevi di fermarvi sempre su un lato della pista: né al centro, né, soprattutto, dietro ad una curva o a un dosso. Questa piccola regola vi eviterà di non essere visti dagli altri sciatori e, conseguentemente, di essere travolti.

Speriamo di avervi convinti a divertirvi con tutta la vostra famiglia sulla neve e, soprattutto, a farlo in sicurezza

Leggi anche le piste da sci più belle d’Italia.

CONDIVIDI L'ARTICOLO!

add comment