fbpx

Bastoncini da trekking: scopri come usarli!

Estate!!!

Dopo un lungo inverno passato in compagnia sulle piste più belle d’Italia, è tempo di dire arrivederci a sci, scarponi e Apres Ski per nuove esperienze all’insegna del sole e del bel tempo.

Tra un tuffo in mare e passeggiate in montagna, scopriamo insieme qual è uno degli sport più praticati d’estate.

Una delle attività preferite dai turisti di tutto il mondo è sicuramente il trekking. Ed ecco che i percorsi più belli si affollano di sportivi, e non solo, alla ricerca dello spot perfetto per rilassarsi e riempire i social network di scatti mozzafiato.

Ma come nasce il trekking o come praticarlo nel modo corretto? Il trekking o escursionismo, è un’attività motoria e sportiva che prevede camminate di varia lunghezza nella natura a scopo ludico o sportivo, lungo percorsi agevoli o non a seconda della difficoltà per raggiungere luoghi di interesse o godere delle bellezze che si si possono incontrare durante il percorso.

Come tutte le attività sportive necessita di accorgimenti tecnici.

 Uno di questi, oltre alla scelta dell’outfit, è sicuramente molto importante l’accurata scelta dell’attrezzatura. I re indiscussi in questo caso sono i bastoncini da trekking, fedeli alleati durante tutti i chilometri che ci separano dalla nostra meta.

Ma come si usano i bastoncini da trekking?

Come usare i bastoncini da trekking

Difficile trovare escursionisti in montagna senza scarpe o zaino, salvo rari casi di curiosi personaggi o dei nostri fedeli amici a quattro zampe. Molto più comune invece imbattersi in camminatori che non hanno i bastoncini da trekking, perché “non so come usarli” o “non servono a niente”.

Ma è davvero così? Se tu sei uno di quelli, ecco tutte le ragioni per smentire questa ipotesi.

Migliorare l’equilibrio

È fuori discussione che quattro punti di appoggio sono meglio che due (non ho citato i nostri amici a quattro zampe a caso 😉🐾). Usando i bastoncini si ha un maggiore equilibrio durante la camminata e molta più stabilità in fase di discesa soprattutto nel caso di zaini pesanti ricolmi di preziosi liquidi. L’incidenza di cadute accidentali, distorsioni alle caviglie è nettamente inferiore se si utilizzano correttamente i bastoncini.

Proteggere le articolazioni

I bastoncini da trekking proteggono le articolazioni alleggerendone i pesi, poiché assorbono in parte lo shock che queste subiscono ad ogni passo (e gli amanti di questa attività sanno bene quanti passi li attendono ad ogni avventura!), soprattutto in discesa.

Le tue ginocchia a fine giornata ringrazieranno.

Uno studio del 1999 riportato nel The Journal of Sports Medicine ha dimostrato come i bastoncini da trekking possano ridurre la forza di compressione sulle ginocchia fino al 25%.

Attivare correttamente le braccia

Fare trekking in montagna non significa esclusivamente fatica e benefici per le gambe, grazie ai bastoncini da trekking anche le braccia ed in particolare i tricipiti hanno un ruolo attivo durante la camminata. Soprattutto in salita durante la fase di spinta. Per un allenamento completo sotto tutti i punti di vista.

Dare ritmo alla camminata e alla respirazione

L’alternanza piede/bastoncino permette di mantenere un passo sostenuto per periodi più lunghi, mantenendo un ritmo uniforme durante la camminata e aiutando a trovare la giusta coordinazione, inoltre l’utilizzo dei bastoncini da trekking durante la camminata favorisce l’apertura della cassa toracica permettendo di respirare a pieni polmoni. Tutto ciò porta ad una migliore ossigenazione del sangue e di conseguenza meno affaticamento e più efficienza.

Bastoncini trekking: ecco i nostri consigli

Ma arriviamo ad un punto importante: i bastoncini da trekking non sono tutti uguali!! La scelta del modello varia a seconda dell’uso che ne vuoi fare e dipende dal tipo di terreno sul quale decidi di intraprendere la tua avventura.

Per un uso occasionale, escursioni brevi o semplici passeggiate, consigliamo bastoncini realizzati con aste in alluminio che offrono il giusto compromesso tra leggerezza, durata e prezzo. Inoltre, considera che quelli regolabili possono spesso essere separati in due o tre parti per essere più facili da usare e trasportare. I prezzi variano da 10 € a 90 € al paio.

Per le escursioni più lunghe, il trekking e un uso più intenso su tutti i tipi di terreni, sono da preferire i bastoncini leggeri con impugnatura confortevole e cinturino. Le aste in carbonio sono leggere, rigide e assorbono gli impatti. Usate anche per il Trail Running, questo tipo di aste sono ultraleggere, ma più fragili. L’utilizzo del carbonio e l’alta qualità dei loro componenti (impugnatura, cinturino, puntale e sistema di regolazione) rendono questi bastoncini un po’ più costosi, tra i 100€ e i 150€ al paio, ma sicuramente confortevoli.

Come scegliere bastoncini da trekking

A seconda delle caratteristiche e dall’uso che se ne vuole fare è possibile differenziare i bastoncini da trekking, ma quali sono queste caratteristiche da tenere in considerazione?

Modello

I bastoncini da trekking sono disponibili in 1, 2 o 3 sezioni:

  • Mono-sezione o mono-pezzo: più rigidi e più leggeri, ma la lunghezza non può essere regolata.
  • Telescopici in 2 parti: la lunghezza può essere regolata e mantengono una buona rigidità.
  • Telescopici in 3 parti: i più comuni. La lunghezza può essere regolata e sono compatti quando vengono ripiegati.
  • Pieghevoli a Z in 3 parti: le sezioni sono collegate da una cordicella. Per assemblarli, la corda può essere tirata e bloccata nel punto giusto. Alcuni bastoncini pieghevoli presentano un elemento telescopico che consente di regolarne la lunghezza.

Misura

Una volta scelti i bastoncini perfetti per te, è il momento di regolarne la lunghezza. Regola le racchette da trekking in modo che il gomito formi un angolo di 90 gradi, quando la punta è vicino ai tuoi piedi. Quando aggiusti l’altezza, assicurati che il numero segnato sul segmento superiore del bastoncino sia lo stesso del segmento inferiore. Quando si cammina in salita è meglio mantenere i bastoncini da trekking abbastanza corti così da non costringerci a sollevare troppo le braccia. Potresti quindi voler accorciare i tuoi bastoncini dai 5 ai 10 centimetri. In salita la punta non dovrebbe essere davanti al piede principale, ma piuttosto ai lati del corpo.

Aste

La maggior parte delle aste sono realizzate in alluminio e offrono un buon compromesso tra leggerezza, resistenza e prezzo. Le aste in carbonio sono invece molto più leggere mantenendo al tempo stesso un alto livello di rigidità. Ma sono anche più fragili.

Impugnature

L’impugnatura è l’elemento che ci permette di manovrare il bastoncino da trekking.

Solitamente è prodotta in plastiche dure come il polipropilene, oppure in schiume morbide come l’EVA.

Le impugnature in plastica nei bastoni più pregiati possono essere rivestite in sughero.

Le schiume in EVA sono molto più morbide e confortevoli al tatto, rispetto ai prodotti di primo prezzo con normale impugnatura in plastica.

Le impugnature hanno spesso una forma ergonomica e in alcuni casi possono essere allungate.

Quelle allungate danno la possibilità di impugnare il bastone da trekking più in basso, senza dover per forza agire sulla regolazione della lunghezza dello stesso quando si va in salita.

La scelta di una impugnatura confortevole e traspirante è senza dubbio uno dei fattori da tenere bene in considerazione per l’acquisto di un buon bastone da trekking.

Quando si usano bastoni con impugnatura in plastica, potrebbe non essere invece una cattiva idea utilizzare ad esempio dei guanti da palestra.

Questo per tenere asciutte le mani ed evitare fastidiose vesciche, dovute allo strisciamento del palmo e delle dita sull’impugnatura stessa.

Quali sono i modelli di bastoncini Cober da trekking e prezzi

Cober, azienda 100% made in Italy esperta nella realizzazione di bastoncini, ha ideato una linea di bastoncini da trekking per soddisfare le esigenze di tutti gli appassionati, con diversi sistemi di regolazione e chiusura dei bastoni il tutto nel totale rispetto dell’ambiente.

 Scopriamo insieme alcuni dei migliori modelli disponibili per la stagione summer 2023:

  • RUBUS: Rubus sarà la coppia di bastoni da trekking che vi accompagnerà anche sui sentieri più impervi. In alluminio, presentano una manopola ergonomica in schiuma espansa, con un’inclinazione complessiva di 7° per garantire la massima ergonomia. Inoltre, la coda presente sul retro della manopola facilita l’impugnatura infraditale nelle situazioni più complesse. Questi bastoncini sono ultraleggeri e facili da chiudere: misurano solo 38 cm! Vengono venduti con i gommini.
  • MILIUM: La coppia di bastoni da trekking Milium è in alluminio, e presenta un sistema di regolazione ad espansori. Hanno una manopola ergonomica bi-materica, con un’inclinazione complessiva di 7° per garantire la massima ergonomia. Inoltre, la coda presente sul retro della manopola facilita l’impugnatura infraditale nelle situazioni più complesse. Sono ultraleggeri e facili da chiudere e vengono venduti con i gommini.
  • ACACIA GREEN: Acacia green è la coppia di bastoncini da trekking allungabili in alluminio resistente agli urti, perfetta per ogni esigenza. La lunga manopola in schiuma espansa permette impugnature diverse, facilitando l’uso dei bastoni in salita, discesa e traverso. Vengono venduti con i gommini.

Corri a scoprire i bastoncini e a goderti finalmente le tue escursioni estive!

CONDIVIDI L'ARTICOLO!