fbpx

Caratteristiche tecniche del perfetto completo da sci

Nel precedente articolo Come vestirsi per una giornata di sci: la regola dei tre strati”, abbiamo visto in che modo conviene scegliere l’abbigliamento per evitare di patire il freddo o altri agenti atmosferici che potrebbero verificarsi. Vi abbiamo spiegato che è consigliabile adoperare la regola tre strati, uno interno, uno intermedio e uno esterno, ognuno con le proprie caratteristiche e funzionalità.

Quando si parla di abbigliamento tecnico, specialmente in montagna, siamo sommersi da tanti tecnicismi che facciamo fatica a seguire. Ci sono tessuti, membrane e materiali diversi e ognuno con una propria funzionalità.

Vediamo insieme in questo articolo come scegliere il perfetto completo da sci tenendo conto della qualità tecnica dei suoi componenti!

Impermeabilità e traspirabilità

Durante un’attività in montagna, come lo sci, si è sottoposti a un clima imprevedibile e ad agenti atmosferici, come la neve e vento, i quali possono essere molto sgradevoli se non siamo vestiti in modo adeguato.

L’impermeabilità e la traspirabilità sono due aspetti chiave da considerare nella scelta dell’abbigliamento tecnico. Queste due proprietà dipendono dal tessuto utilizzato, e nello specifico dalla membrana a cui viene accoppiato il tessuto esterno del capo. Esistono due tipi di membrane:

  • Microporosa: più traspirante, ma meno resistente allo stress. Questo potrebbe causare nel tempo una dilatazione dei pori con conseguente perdita di impermeabilità. Un brand molto famoso che utilizza questo tipo di membrana è Gore-tex.
  • Poliuretanica: offre maggiore resistenza allo stress e all’abrasione, e un livello di traspirabilità leggermente inferiore alla microporosa. Un prodotto di riferimento per questa categoria è ad esempio Dermizax Toray, multinazionale giapponese molto conosciuta nel settore per la produzione di tessuti e membrane. L’azienda Hey, in quanto produttrice di capi sci per i professionisti della neve, utilizza questo tipo di membrana. Proprio perché questi capi vengono sottoposti a stress maggiore, la membrana poliuretanica è in grado di garantire una performance migliore.

Come misurare l’impermeabilità e la traspirabilità

Entrambe le membrane lavorano per osmosi, sfruttando il delta di calore e umidità tra esterno e interno del capo. Diverse invece sono le unità di misura utilizzate per indicare il livello di impermeabilità e traspirabilità del capo.

  • L’impermeabilità si misura in colonne d’acqua (valutazione Schmerber) e si esprime in millimetri (mm). Il nome deriva dalla tipologia di test, il quale utilizza una vera e propria colonna cilindrica misurata in millimetri alla cui base viene posto il tessuto da testare. Man mano si aggiunge l’acqua nella colonna e il suo valore corrisponde alla quantità di acqua che il tessuto è in grado di sopportare prima che l’acqua riesca a passare da un lato all’altro del tessuto. Si dice che un capo di abbigliamento è impermeabile quando il valore della sua colonna d’acqua è maggiore di 1300mm. I capi Hey, ad esempio, garantiscono un’impermeabilità di 20.000 colonne d’acqua. Scopri qui la nuova collezione HEY.
  • La traspirabilità viene invece misurata in g/m2/24h, ovvero i grammi di acqua sotto forma di vapore che in 24 ore passano attraverso una superficie di 1m2. Un capo è traspirante quando è capace di essere attraversato dall’aria umida, ad esempio il nostro sudore che si condensa. Il valore di base per considerare un capo traspirabile è 4000g. I capi di abbigliamento Hey garantiscono una traspirabilità di 10.000g. Scopri qui le giacche da sci donna e giacche da sci uomo della nuova collezione HEY.

giacche-donna-hey                                                        giacca-uomo-hey

 

Materiali e Tessuti

I tessuti maggiormente utilizzati per la produzione di abbigliamento da sci sono due:

  • Poliestere: fibra largamente utilizzata nel settore sci che offre un’ottima solidità del colore alla luce e una buona resistenza all’abrasione; questo è il tessuto principale utilizzato per le collezioni da sci HEY.
  • Nylon: possiede minore resistenza alla luce del poliestere, ma maggiore resistenza all’abrasione. Uno dei tessuti di nylon più conosciuti e utilizzati è il Cordura, sviluppato da Dupont, che garantisce grande resistenza nell’impiego e viene spesso utilizzato anche per inserti nelle zone dei capi più sottoposte a sfregamento.. Altri materiali utilizzati da Hey e più generalmente nel settore dell’abbigliamento sciistico sono: Primaloft, noto marchio di imbottiture sintetiche che offrono un ottimo grado di isolamento termico e traspirabilità (scopri qui i piumini HEY donna e piumini HEY uomo) e YKK, brand leader mondiale nella produzione di zip.

Non dimenticate però che una volta acquistato il completo da sci, è importante garantirne un ottimo mantenimento. Questo significa che per garantire che la qualità e le proprietà tecniche dei materiali perdurino nel tempo, è necessario trattare con cura i capi, soprattutto con lavaggi idonei. Scopri qui tutti i consigli di Hey per prendersi cura del proprio capo.

 

 

 

CONDIVIDI L'ARTICOLO!

add comment