fbpx

Freeride: Migliori Località

Il freeride in Italia è una disciplina molto praticata, si tratta di uno sport divertente e tecnico, che sta diventando sempre più popolare. Molti appassionati sono attratti da quel senso di libertà che il fuoripista sa regalare, per questo motivo sono sempre di più le località di montagna che si stanno attrezzando per offrire la possibilità agli sciatori di praticare il freeride, segnalando sulle cartine i punti migliori e installando sistemi di controllo del corretto funzionamento degli apparecchi di ricerca in valanga. La sicurezza è sempre importante e se vuoi avvicinarti al freeride puoi curiosare tra le nostre esperienze.

Se anche tu sei sempre alla ricerca di nuove località in cui fare freeride per provare l’ebrezza della neve fresca, ecco un elenco delle migliori località in cui fare freeride con gli sci in Italia.

Il freeride è una disciplina molto più faticosa rispetto allo sci su pista battuta ed è rivolto solamente agli sciatori più esperti che sono in grado di evitare tutti i pericoli e di adattarsi alla tipologia di neve e alla pendio, che cambia ad ogni discesa. È molto importante avere l’attrezzatura per lo sci fuoripista, ovvero sci da freeride che sono più larghi e aiutano a galleggiare in neve fresca, e ovviamente ARTVA, pala e sonda.

Scopri le Migliori Località per Fare Freeride:

Monterosa ski

Il freeride sul Monte Rosa è un’esperienza che ogni freerider dovrebbe provare. Per via dell’abbondanza di pendii e di neve fresca viene definito da tutti gli sciatori esperti il “Freeride Paradise”. All’interno dei questo comprensorio vi consigliamo sicuramente Alagna, punto di riferimento per lo sci e lo snowboard fuori pista. Sempre all’interno del Monterosa Ski potrete provare il freeride anche nelle stazioni sciistiche di Gressoney e Champoluc. Queste tre località sono il fiore all’occhiello del comprensorio per quanto riguarda lo sci fuoripista, infatti sono tutte caratterizzate da ampie discese di neve fresca e farinosa, paesaggi da favola e ottima organizzazione.

Scopri come iniziare a fare freeride

Monterosa Ski

Livigno

Le valli immacolate e i pendii incontaminati di Livigno, al centro delle Alpi Retiche, fra lo Stelvio e il Bernina, regalano sempre forti emozioni agli appassionati di freeride. E’ fondamentale conoscere sia le condizioni atmosferiche che il territorio, per questo bisogna sempre affidarsi a guide esperte che ci aiuteranno ad intraprendere un percorso di freeride in sicurezza. A Livigno alcuni tra i versanti migliori sono raggiungibili in elicottero, in ogni caso, per chi non ama prendere mezzi aerei, il comprensorio offre ampie distese di neve fresca che renderanno uniche le vostre giornate di freeride.

Leggi anche 10 cose da fare a Livigno

Salto dal Monte di Livigno

Verbier

Il comprensorio delle 4 Valli è un vero e proprio paradiso per gli amanti del Freeride, non a caso Verbier è definita la capitale indiscussa di questa disciplina. La località sciistica ospita, durante la stagione invernale, gli eventi più importanti, culminando con la finale del Freeride World Tour, che si tiene alla fine di marzo sul Bec des Rosses. Con 7 fantastici itinerari tracciati e sicuri, Verbier è il posto ideale per chi non sogna altro che neve fresca e pendii ripidi.

Scopri i percorsi di Freeride a Verbier

Pista di Verbier

Courmayeur

La neve polverosa più alta d’Europa! Negli ultimi anni si è sviluppata molto la pratica del freeride a Courmayeur. Con le cabinovie di Toula e Arp è possibile raggiungere luoghi meravigliosi e intraprendere discese mozzafiato. I fuoripista partono da un’altezza di circa 2750 metri di quota e sono caratterizzati da pendii scoscesi e corridoi immacolati, un sogno per gli amanti del freeride. Per non parlare dei boschi di larici e pini, delle varie rocce, tronchi e cumuli di neve disseminati qua e là che renderanno il vostro terreno un vero e proprio parco giochi.

Leggi anche 10 cose da fare a Courmayeur

Madesimo

Anche Madesimo regala grandi emozioni per gli appassionati di freeride. La località si trova al confine con la Svizzera e negli ultimi anni è stata al centro di una vera e propria rivoluzione con la costruzione di numerosi impianti che hanno rilanciato la località e il suo comprensorio sciistico. Uno dei fuoripista tracciati più famosi per i freerider è sicuramente l’impervio Canalone, una discesa ripidissima che raggiunge i 1000mt di dislivello e i 2750mt di lunghezza, consigliata solo a sciatori esperti. Come per tutti gli itinerari fuori dalle piste battute per percorrerlo è obbligatorio essere dotati, per la propria sicurezza, di Artva, Pala e Sonda.

Leggi anche 10 cose da fare a Madesimo

Canalone di Madesimo

Ponte di Legno – Tonale

La skiarea del passo del Tonale è la destinazione migliore per lo sci fuoripista di tutto il Trentino occidentale, complici una serie di fattori come l’altitudine (si scia tra i 1900m e i 3000m), l’esposizione (in gran parte Nord) e la morfologia del terreno che presenta una serie di valloni e canali di inclinazione e difficoltà variabili. Discese come “Il Cantiere” o “il Canale del Diavolo”, ad esempio, richiamano appassionati di Freeride da tutta Europa.

Leggi anche 10 cose da fare a Ponte di Legno Tonale

CONDIVIDI L'ARTICOLO!

add comment